Pannello di controllo www.coroidica.it
 
    il coro   gli appuntamenti   gallery fotografica   multimedia     i contatti
Pannello di controllo www.coroidica.it
  Presentazione del Coro
  Consiglio direttivo
  Il Maestro
  M° Gian Luigi Bigoni
  Kurt Dubiensky
  I Coristi
  La storia di Clusone
 
Pannello di controllo www.coroidica.it
   
Il Coro Idica  
 
Il Coro Idica (Italiano di canti alpini) viene formalmente costituito il 19 marzo del 1957 anche se l’idea, ai giovani fondatori, appassionati del canto corale di montagna e uniti da una solida amicizia, era nata nella notte di Natale dell’anno precedente mentre, entusiasti della vita e pieni di ottimismo, facevano il giro del paese fermandosi là dove c’era un affetto o la speranza di un concreto segno di ospitalità a cantare le pastorelle. Rallegravano gli animi, preparavano la festa e, accogliendo l’offerta di un bicchiere di buon vino o di un sano panino imbottito, vivevano intensamente il rapporto con la gente. In verità, la creatività, l’ottimismo, l’amicizia sono tratti distintivi, inseriti, quasi una sorta di dna, in tutta la lunga ed ininterrotta attività del Coro.
Nei mesi successivi il neonato Coro ebbe la fortuna di potersi avvalere della disponibilità e della competenza del M° Kurt Dubiensky, giunto a Clusone per fuggire dalle persecuzioni razziali. Sotto la guida del Maestro questi giovani assunsero via via una loro precisa identità, impostarono il loro repertorio prediligendo brani di carattere folcloristico e popolare, legati alla tradizione e al gusto della gente di montagna e consolidarono quei legami di amicizia al punto di sentire questa loro associazione come una vera e propria famiglia.

Da sempre l’obiettivo primario del Coro è divulgare, sia durante le esibizioni nell’ambito locale, sia durante le tournées in Italia e all’Estero, il folclore bergamasco, mantenendone intatta e fresca l’espressione corale come mezzo per raccontare la vita e i sentimenti della gente della montagna.
Nelle canzoni, infatti e soprattutto nei brani composti dal M° Kurt Dubiensky per il suo Coro, non è difficile intravvedere la descrizione dei luoghi cari alla memoria, degli affetti che hanno segnato il tempo trascorso insieme, delle aspirazioni che, pur nella semplicità della quotidianità, elevano l’uomo alle alte vette dello spirito.
Raggiunti quasi i sessant'anni di ininterrotta attività, il numero dei ricordi è tale da rendere ardua un’esatta cronologia o anche solo la scelta di alcuni, tra loro, più significativi o più eclatanti. Ogni ricordo ha in sé un proprio valore per ciò che si è dato e per ciò che si è ricevuto. Degli eventi che formano il ricco palmares del Coro Idica sono testimonianza gli svariati riconoscimenti che ricoprono e adornano le sale della prestigiosa sede al pianterreno del Palazzo Marinoni-Barca che ospita anche il Museo Arte e Tempo di Clusone.

Svariati sono i viaggi all'estero e tra i più importanti si ricordano la partecipazione a quattro Festival in Israele e poi in Messico; le tournèes negli U.S.A., in Brasile, in Thailandia. L'Europa li ha accolti in molte delle sue nazioni, tra cui: Belgio, Spagna, Germania, Olanda, Grecia, Francia, Inghilterra, Austria, Svizzera, Bulgaria, Ungheria, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Polonia. Lussemburgo, Liechtenstein, Croazia, Slovenia e Russia.
Per la sua spontaneità nel proporsi, forse anche perché i membri del Coro non cantano per lavoro, ma per propria intima soddisfazione, il Coro è sempre stato circondato dall’affetto della gente anche se non sono rari i momenti di ufficialità nei palazzi delle Amministrazioni pubbliche, nei Consolati e nei luoghi deputati all’espressione della cultura. Durante la sua visita alla città di S. Pietroburgo, il Coro Idica fu invitato ad esibirsi nel prestigioso teatro dell’Hermitage dove mai, prima di allora, si era esibito un Coro non professionista.

È ovviamente conosciuto in numerose regioni italiane grazie alle iniziative di carattere nazionale ed internazionale che mette in campo con generosità e un pizzico di follia. Il Festival Internazionale dei Cori nel 2007 è giunto alla sua settima edizione ed è una manifestazione che si ripete ogni cinque anni circa. L’ultima edizione ha radunato, per una kermesse di sei giorni, 50 Cori, 16 dei quali provenienti dall’estero, 18 dall’Italia e 16 dalla provincia di Bergamo, il tutto contornato da numerosi gruppi folcloristici che hanno arricchito e reso più gaia la manifestazione. Una vera festa di suoni e colori se si pensa che la sfilata del giorno conclusivo vide, sui tre chilometri del percorso, la partecipazione di 78 gruppi che sfilarono in una ininterrotta platea di spettatori.

Con scadenza annuale, va menzionata la Rassegna Corale “Città di Clusone”, una due giorni ormai inserita con orgoglio nel panorama delle manifestazioni primaverili della cittadina baradella che, anche attraverso questo incontro, sottolinea la propria vocazione turistica. La Rassegna coinvolge nel festeggiamento del “compleanno” del Coro, due o tre formazioni che si esibiscono in un concerto gratuito per gli appassionati del circondario, ma non mancano amici che compiono lunghe distanze per l’occasione.

Tra i numerosi concerti, alcuni anni si superano i cinquanta appuntamenti l’anno, citiamo, ad esemplificazione, la partecipazione del dicembre 2006 al Concerto di Natale presso la Camera dei Deputati a Roma e quella presso la Regione Lombardia del 2008. Sono il frutto di una costante attenzione alla rete di relazioni che il Coro ha intessuto anzitutto con i gruppi che condividono il suo amore per il canto, vale a dire i numerosi gruppi corali della provincia, ma anche sparsi per tutta l’Italia; poi con i gruppi che costituiscono e animano il volontariato e infine con gli Enti che, attraverso i loro Presidenti, i Sindaci e gli Amministratori, curano e si preoccupano degli aspetti culturali e delle tradizioni del territorio.

Il Coro ha al suo attivo molte incisioni, dai dischi in vinile, ormai introvabili, ai moderni CD che, nell’insieme, ben rappresentano il repertorio di oltre 250 brani conosciuti ed eseguiti dal Coro Idica in diverse occasioni. La maggior parte di questi canti è frutto dell’inventiva e delle capacità del M° Kurt Dubienski che li ha scritti o armonizzati. È, questo impegno a spendersi oltre la direzione, quel che si può definire “una marcia in più”. È qualcosa che ha contribuire a creare l’identità del Coro Idica, a consolidare il senso di appartenenza. Di ciò il Coro Idica è profondamente grato al M° Kurt Dubiensky, scomparso nel 2009.

Dal 1993 il coro è stato diretto dal Maestro Gianluigi Bigoni, laureato in pianoforte, organo, che ha inoltre conseguito il diploma di direzione di coro, canto corale, canto gregoriano e paleografia gregoriana al Pontificio Istituto di musica sacra a Milanoe ha studiato composizione sacra, fagotto e flauto traverso.
Il M° Gianluigi Bigoni, ha continuato il lavoro del fondatore del quale, per anni, è stato amico e valida spalla, imprimendo comunque l’impronta della propria personalità interpretativa. A causa di una improvvisa e letale malattia è mancato nel 2015, lasciando un grandissimo vuoto umano e artistico.

Dal 2016 il Coro Idica è diretto dal Maestro Marco Rovaris.

Oltre ai molti impegni strettamente legati al canto corale, non mancano iniziative e proposte di vario tipo, come i progetti realizzati in collaborazione con le scuole e con enti che si occupano del sociale. Tra gli altri si segnalano:
l’agenda del Coro distribuita in quasi 6.000 esemplari in occasione del Natale 2007, nella quale il Coro si presenta e si racconta attraverso la voce dei suoi coristi;realizzazione di un depliant informativo e turistico distribuito durante l’ultimo Festival Internazionale dei Cori realizzato con una specifica e mirata convenzione con l’Istituto superiore “A. Fantoni” di Clusone; iniziativa benefica “Arance per un sorriso” che ha finanziato un centro di ricerca e di prima assistenza a Cuba, costruito con gli amici della Sicilia, persone stupende, conosciute quasi per caso e con le quali si è immediatamente stabilito un forte senso di rispetto e di amicizia; “Settimana del Canto lombardo”, una manifestazione annuale inventata, se così si può dire, dal Coro per favorire il recupero e l’attualizzazione delle canzoni della tradizione popolare della Regione lombarda. Oltre ai concerti tenuti in diverse località con successo di pubblico, per presentare questi brani, ad ogni edizione si da alle stampe un volume con la raccolta degli spartiti delle canzoni.

Far parte del Coro è impegnativo, ma di grande soddisfazione. Certo è un impegno partecipare alle prove settimanali, essere presenti ai concerti, dare una mano alle varie iniziative, ma i coristi, unanimi, assicurano che il senso di appartenenza, il respiro profondo dell’amicizia e del gruppo, sono obiettivi che ripagano dei molti sacrifici. Il Coro, pur avendo un buon organico, ha sempre bisogno di ricambi e coloro che pensano di voler provare sono bene accetti.
 
   
 
 
 
 
Coro idica Clusone - Valle Seriana BG
   
Coro Idica Clusone | via Clara Maffei, 3 | 24023 Clusone BG | Tel. 0346 22507 tutti i venerdì dalle ore 20.30 alle 22.00